Scuole senza permesso - Circolo Ferrovieri Martiri di Greco

Vai ai contenuti

Menu principale:

Scuole senza permesso

Il Premio Nesi alla Scuole Senza Permesso
Il giorno 25 ottobre 2014, nella sala Alessi di Palazzo Marino a Milano, è stato assegnato il Premio Nesi, giunto alla IV edizione, alla Rete Scuole senza Permesso. 
L’associazione Scuole senza Permesso raggruppa diverse scuole gratuite di italiano per stranieri di Milano e dell’hinterland milanese.
Tra queste vie è anche la Scuola Binari sorta per volontà del Circolo Ferrovieri Martiri di Greco e del Centro Filippo Buonarroti di Milano. Da tre anni, ormai, questa scuola, completamente gratuita, ha visto passare tra i loro alunni oltre 100 immigrati dai più svariati Paesi del mondo che frequentano i corsi che sono tenuti da professori universitari tutti forniti gratuitamente dal Centro Filippo Buonarroti. La scuola Binari è sponsorizzata anche dalla Fondazione Cesare Pozzo con l’appoggio della Società Nazionale Cesare Pozzo e con la partecipazione della Filt Cgil di Milano. Il premio Nesi, della fondazione Nesi di Livorno, che consiste in un diploma e in un assegno di 2.000 euro, è stato assegnato con la seguente motivazione: il comitato ha individuato nella Rete Scuole Senza Permesso un impegno profuso nel campo dell’educazione e dell’emancipazione, portato avanti da parecchi anni a Milano e nel suo hinterland, storicamente caratterizzato da una forte immigrazione. Ne è stato apprezzato, quindi, il consolidato radicamento sul territorio, la totale accoglienza verso tutti, e la capacità con cui le diverse scuole sono riuscite a coordinarsi tra di loro, creando una vera e propria rete per aiutare i migranti a inserirsi nella società. Non solo insegnando la nostra lingua, ma anche aiutando a comprendere la legislazione italiana e tutelando il diritto alla salute. Tutto basandosi unicamente sul lavoro volontario.
Questo premio ci inorgoglisce e ci spinge a proseguire in questa ‘’avventura’’ che è nata per caso con poche risorse ma con tanta voglia di proseguire su una strada che, ogni anno che passa, ci conferma la validità di questa scommessa.
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu