Attività 2016 - Circolo Ferrovieri Martiri di Greco

Vai ai contenuti

Menu principale:

Attività 2016

Spettacoli 2016
Spettacolo
di magia
Mercoledì 6 gennaio, lo spettacolo di cabaret con Bianchessi, per impellenti motivi familiari, all'ultimo momento è stato sostituito con uno spassosissimo spettacolo di Magia umoristica con il Mago Etabeta che ha tenuto uno spettacolo esilarante per oltre due ore. 

Canti e balletti
ebraici
Il 31 gennaio, in occasione del periodo del Giorno della Memoria, il coro ebraico
Col Hakolot ha tenuto uno spettacolo memorabile con canti popolari ebraici e con dei balletti folkloristici del popolo di Israele.
Pranzo
e ballo
Per commemorare la Giornata Internazionale della Donna si è tenuto un pranzo con i soci, parenti e simpatizzanti presso il Salone Il Treno. E' seguito un intrattenimento con la musica dal vivo con Enzo Altomare che ha eseguito canzoni anni '60 per la gioia dei soci ballerini.
Dai canti popolari
la storia d'Italia
In prossimità del 25 aprile, il Coro Ingrato si è esibito con una sequenza storica di canti popolari, dai primi scioperi delle mondine, attraverso la rivoluzione d'ottobre per arrivare ai canti della Resistenza. 

Commemorazione dei Martiri di Greco


Come di consuetudine, il 22 aprile presso il Deposito Locomotive di Milano Greco, si è svolta la commemorazione della posa delle corone alle lapidi dei tre martiri fucilati dai nazifascisti il 15 luglio 1944. Il presidente del Circolo Ferrovieri Martiri di Greco, David Pigliapoco, ha presentato la manifestazione. Il primo intervento è stato del rappresentante del RSU, Piserchia, per l’Associazione Nazionale ex Deportati Politici nei Campi Nazisti, sezione di Sesto S. Giovanni ha parlato Raffaella Lorenzi, figlia di Cesare, morto a Mauthausen. Il suo intervento è stato un monito a non dimenticare e con un commovente resoconto ha raccontato le vicissitudini sulla deportazione del padre. Successivamente in rappresentanza dell'ANPI provinciale è intervenuto il presidente Roberto Cenati, subito dopo hanno preso la parola alcuni studenti di Milano, accompagnati dai loro insegnanti, che hanno letto gli articoli della Costituzione italiana. A nome della rappresentanza dei sindacati unitari ha parlato Rocco Ungaro, poi ha preso la parola Padre Franco e l'intervento finale è stato dell'assessore al Comune di Sesto San Giovanni, Mauro Bernardi. Dopo la benedizione della lapide che ricorda la deportazione dei sei ferrovieri nei lagher nazisti, un breve corteo si è poi recato a deporre la corona presso l’altra lapide che si trova all’interno del Deposito dove furono fucilati i tre martiri di Greco. Era presente alla manifestazione anche il figlio del Martire Siro Marzetti. Come ogni anno non è mancata la presenza dell’Associazione dei Rotabili Storici di Tirano con la locomotiva a vapore.
Per visualizzare l'album occorre installare il plug-in di Flash
Per sfogliare l'album cliccare sulle freccette in basso a destra o a sinistra

La mostra deadicata a Cesare Pozzo
Atti Unici
L'attività del Circolo è ripresa il 25 settembre con la Compagnia Teatrale La Marmotta che ha messo in scena uno spettacolo dedicato al mondo femminile dove, tra una canzone e l'altra, monologhi e confessioni delle donne hanno ironicamente messo a nudo le proprie virtù e debolezze. 

Non ti pago
Il 30 ottobre la Compagnia teatrale I giovani di ieri e di oggi ha egregiamente interpretato, con grande passione, una delle più belle commedie di Eduardo De Filippo. Lo scrosciare di applausi, scaturiti in sala, è stata la migliore dimostrazione dell'apprezzamento da parte del pubblico intervenuto. 

Una bellissima e dolce esperienza
A detta di molti la festa del 70° è stata forse la più bella manifestazione della storia del Circolo. Il punto ''cluo'' della giornata è stato sicuramente lo Spazio Bimbi, dove dodici bambini si sono esibiti nel confezionare dolcetti diretti da Iskra Armiraglio. Successivamente il consigliere Franco Armiraglio, il Presidente del Circolo David Pigliapoco e il Gestore Angelo Bissolotti hanno raccontato gli aneddoti dei momenti più salienti della storia del Circolo. I numerosi soci e non soci intervenuti hanno poi potuto assaggiare e gustare i prodotti dei presidi Slow Food e del Mercato della Terra di Milano. Angelo  Bissolotti si è poi esibito in canzoni milanesi da osteria e infine, la Bovisa Jazz Band ha intrattenuto i partecipanti fino a tardo pomeriggi. Tra una pausa e l'altra è stato possibile visitare la mostra dedicata a Cesare Pozzo.

La Festa del tesseramento
Molti soci e famigliari sono intervenuti alla consueta festa annuale dedicata al rinnovo delle tessere e alle nuove iscrizioni al Circolo. La giornata si è svolta in un'atmosfera di familiarità e affettuosità, durante il pranzo sono stati distribuiti gratuitamente, a tutti i convenuti, dei biglietti numerari per la lotteria. Il primo premio consisteva in un quadro dipinto da una socia del Circolo, i premi successivi erano costituiti da cesti natalizi, salami, offerti dall'Osteria del Treno e bottiglie varie. Il programma è continuato nel pomeriggio che ha visto i partecipanti ad esibirsi in tanghi, mazurche, valzer e balli latini. Al termine della giornata , il consueto scambio di auguri.
 
 I premi della lotteria

Da sinistra: il presidente David Pigliapoco, al centro la socia che ha estratto il numero, la vincitrice del quadro e a destra la socia, Zanoni Cesarina, autrice del dipinto.

 
Gite 2016
La gita di chiusura, prima delle vacanze, si è tenuta il 2 giugno. Lasciata Milano all’alba alle ore 6.45, in pullman si è raggiunto San Moritz dove si è saliti sul Trenino Rosso del Bernina per intraprendere sicuramente uno dei viaggi più affascinanti attraverso meravigliosi panorami delle Alpi svizzere. Arrivati a Tirano il pasto è stato consumato al ristorante Berninna con gustose specialità valtellinesi. Il ritorno a Milano, in pullman, è stato coronato dalla grande soddisfazione dei soci per questa gita indimenticabile.
Dal 22 al 26 aprile, organizzata dal Dopolavoro Ferroviario di Milano, è stata effettuate una gita in pullman alle città medievali e ai castelli della Boemia con visita a Salisburgo e Praga.
La gita alla reggia di Venaria Reale è stata molto apprezzata dai partecipanti che hanno potuto visitare una delle Residenze Sabaude iscritte alla lista del Patrimonio dell’Unesco dal 1997. L’idea di creare una reggia a Venaria nacque da Carlo Emanuele II di Savoia prendendo spunto dal Castello di Mirafiori costruito da Carlo Emanuele I di Savoia nel 1585. Nel 2014 Venaria Reale è stato il settimo museo italiano più visitato.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu